La ribollita tagg posts

Second step Ribollita….

Eccoci di nuovo qua per darvi tutte le informazioni utili per preparare una buonissima Ribollita. Qualche giorno fa via abbiamo dato la “lista della spesa”. Siete pronte per mettervi ai fornelli?

– cuocere i fagioli dopo averli tenuti a bagno una notte (non buttate l’acqua di cottura)

– in un’altra pentola soffriggere cipolla tritata con olio

– tagliate carota e sedano a pezzetti, e pomodorini a metà

– aggiungere alla cipolla soffritta prima i pomodorini e poi sedano e carote

– sbucciare e tagliate le patate a dadini e aggiungere al resto in pentola con gli odori appassiti; se necessario aggiungere un filo di acqua calda

– lavare la verza e tagliarla a pezzetti e aggiungerla al resto inseme ad un pò di acqua di cottura dei fagioli

– pulire il cavolo nero e tagliarlo a pezzetti, e agg...

Leggi tutto

Il piatto che scalda l’inverno

Per ora le temperature di Novembre non sono così basse e quindi ancora non si sente il bisogno di mangiare zuppe e minestre; però tra poco purtroppo l’inverno prenderà il sopravvento e non ci resterà che accendere il riscaldamento e coprirci con felpe e maglioni di lana, sciarpe e guanti…e in cucina come facciamo?

Niente panico perchè ecco qualche informazione per cucinare il piatto più tradizionale che esiste in Toscana: LA RIBOLLITA

Ingredienti:

– 1 mazzo di cavolo nero
– 1/2 cavolo verza
– 4/5 patate
– carota
– costa e foglie di sedano
– una decina di pomodorini
– un po’ di passata di pomodoro
– 1 cipolla
– olio nuovo
– 2 zucchine
– 400 gr di fagioli cannellini con la loro acqua di cottura
– pane toscano raffermo cotto a legna
– sale
– pepe

Non fate...

Leggi tutto

Una tradizione culinaria Toscana… La Ribollita

Quando si parla di cucina povera fiorentina, viene subito in mente la ribollita. Questo piatto tipicamente contadino ha radici storiche molto antiche, troviamo infatti un’antenata della ribollita fin dal medioevo. Infatti i feudatari, coloro che possedevano i castelli, durante i loro lauti banchetti quasi sempre a base di carne, si facevano servire gli arrosti direttamente su delle focacce di pane azzimo (quindi senza lievito e sale) mangiando così senza piatti nè posate. Le focacce venivano poi date ai servi per sfamarsi...

Leggi tutto