Un itinerario del verde pubblico nel cuore della citta’

Il  convento dei Cappuccini di Montevarchi con l’annessa chiesa di San Lorenzo si trovano appena sopra la località Pestello sul colle chiamato appunto “dei Cappuccini“. In origine designato col titolo di “Convento di San Lorenzo in Montevarchi” venne poi semplicemente rinominato “Convento dei RR. PP. Cappuccini” pur mantenendo San Lorenzo come titolare della chiesa.

Il Colle dei Cappuccini è un bel colle da cui si domina la città di Montevarchi.
Sulla sommità del Colle dei Cappuccini ha sede l’antico convento di convento dei Cappuccini di Montevarchi con l’annessa chiesa di San Lorenzo che risalgono al 1540.
Al di là delle testimonianze architettoniche e artistiche da segnalare, nella visita al Colle dei Cappuccini , molti motivi di interesse naturalistico e tra essi il leccio plurisecolare, inserito tra i grandi patriarchi verdi della Toscana e che venne piantato ai tempi della fondazione del castello di Montevarchi.

Qui non è difficile respirare ancora l’aria di città per secoli preservata da mura a da sempre aperta agli scambi. Ne è appunto testimonianza il Mercato che ancora oggi, come otto secoli fa, si svolge tutti i giovedì. Un mercato che fu tanto importante da imporre una propria unità di misura, la Staio montevarchino (dall’antica unità romana di misura: “stadio”).

E’ questo l’itinerario del verde pubblico  per poter offrire un percorso  per trascorrere dei momenti di riposo e di relax nelle calde giornate estive.
Durante l’estate effettuerà anche un serie di spettacoli ed eventi nella zona dedicata alla somministrazione che verrà ampliata.
Tutta l’area diventerà più accogliente e un luogo dove trascorrere ore al riparo dal caldo in un ambente ospitale e fresco.
Molto probabilmente con  il 2 giugno sarà inaugurato il Colle dei Cappuccini ed entro giugno sistemata Piazza della Repubblica, l’arrivo dell’estate coinciderà a Montevarchi con l’apertura di tutto l’itinerario del verde pubblico del centro urbano, un polmone nel cuore della città, che dal colle condurrà fino al fiume Arno.

Un’altra tappa del progetto complessivo delle opere di manutenzione che l’amministrazione comunale sta portando avanti dal momento del suo insediamento per recuperare e restituire alla città aree e zone importanti.

E’ bello lasciarsi alle spalle la città con la sua frenesia ma che nette a disposizione i suoi tanti servizi, e trovarsi invece nella natura, nel verde e nella memoria storica con i bellissimi ricordi che solo il passato ci sa regalare e tutto questo a disposizione a distanza di pochi chilometri e minuti, raggiungibilissimo anche a piedi.

Leave a reply


− tre = 2

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>