IL PAN DE’ SANTI Tipico dolce della nostra Terra…

Il pan de’Santi prende il nome dal fatto che si usa produrlo in concomitanza con la festività di Ognissanti, il primo di novembre. Ma oggi, come tutti i prodotti alimentari, si trovano in ogni periodo dell’anno.

Deve la sua tipicità alla particolarità degli ingredienti usati e ai sistemi di lavorazione, rimasti invariati nel tempo, grazie alla manualità e alla bravura di persone che tramandano la loro esperienza. Il colore non è sfarzoso, marrone e grigiognolo all’interno, come la ricorrenza che l’accompagna, così come pure la tipica croce sopra che ricorda la festività.

Fa parte della cucina povera di un tempo, molto nutriente e indispensabile per affrontare i primi freddi che precedevano l’inverno, fatto di ingredienti che la natura metteva a disposizione nella stagione.

E’ un dolce tipico toscano soprattutto della provincia di Siena e di alcune zone del grossetano.

Ogni zona lo chiama in un modo diverso, infatti è facile vedere i cartelli con su scritto: pan de’santi, pan co’santi, pan coi santi, pan dei santi, pan dei morti ecc. preparato con uvetta, semi di anice, pepe, noci e mandorle. E’ un dolce davvero squisito, sicuramente necessita di pazienza, visto che la lievitazione richiede molto tempo ma alla fine viene ripagata dalla bontà.

Ingredienti per la I fase:

Zucchero: 200 gr

Miele: 2 cucchiai colmi

Acqua tiepida: 250 grOlio extravergine di oliva: 7 cucchiai

Strutto o burro: 30 gr

Farina di grano tenero tipo 00: 500 gr

Amido di frumento: 125 gr

Amido di mais: 125 gr

Lievito di birra fresco: 0.66 cubetto

Sale: 1 cucchiaino

Ingredienti per la II fase:

Pepe: 2 cucchiaini rasi

Semi di anice: 1 cucchiaio colmo

Noci sgusciate: 200 gr

Mandorle sgusciate: 150 gr

Uvetta: 200 gr

Tuorli per spennellare: 1

Procedimento:

Unire a poco alla volta tutti gli ingredienti della I fase nell’ordine in cui sono riportati, lavorando a lungo l’impasto e lasciarlo lievitare per 1,5-2 ore.

Trascorso il tempo di lievitazione, sgonfiare il composto, unire le mandorle, le noci, l’uvetta, il pepe e i semi di anice e impastare ancora, distribuendo tutti gli ingredienti; formare dei panetti grandi come pompelmi e lasciarli riposare per 45 minuti. Quindi, spennellare i panetti con il tuorlo d’uovo sbattuto, incidere sopra una croce, preriscaldare il forno a 180 gradi e infornarli per 40-45 minuti circa.

A piacere, può essere preparato un unico panello al posto dei panini.

Sfornare il Pan de’ santi, lasciarli striepidire, ma non troppo perché la delizia è gustarlo tiepido, e finalmente possono essere divorati.

Se vogliamo “aggiornare” la ricetta, si può aggiungere 80/90 gr di cioccolato extra fondente a pezzetti oppure 50/60 gr di farina di cocco… o entrambe.

Leave a reply


cinque − 3 =

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>